Io non Vengo bene in Foto ! La fotogenia

Fotogenia sposa molto bella e fotogenica foto by Vito D'Andrea fotografo

Io non Vengo bene in Foto ! La fotogenia

Ho voluto scrivere questo articolo, lo desideravo da tempo perché in molte coppie che incontro noto il terrore nel pronunciare la parola “FOTOGENIA”. Infatti, secondo me, l’uso smodato di cellulari per fotografarsi dovunque senza nessuna pietà e senza nessuna tecnica o conoscenza fa scattare solo foto preoccupanti.

Allora mettetevi bene in mente quanto vi sto per scrivere!

La fotogenia

In ambito strettamente fotografico la fotogenia è ritenuta una qualità di alcuni soggetti che consente loro di ben apparire quando vengono immortalati in un’immagine fotografica.

La fotogenia fotografica non è un concetto soggettivo o arbitrario, ma una regola in grado di valorizzare la bellezza così come viene intesa dalle concezioni culturali vigenti.

Alcune caratteristiche di una persona ne determinano anche la buona riuscita o meno su una foto: quindi anche un bel viso potrebbe risultare sgradevole se immortalato male su di un’immagine.

Esistono delle precise tecniche per fare in modo che ciò che viene “ritratto” in foto risulti piacevole agli occhi di chi osserva.

In breve potremmo dire che il fotografo dovrebbe sapere cosa e come fotografare e cosa no, e quando fotografa deve sapere le tecniche per farlo bene. Finalmente sfatiamo anche il mito del fotografo improvvisato, magari l’amico dell’associazione, o l’ingegnere che ha l’hobby della fotografia ma che non ha mai studiato il ritratto e come si tratta fotograficamente.

Il parere dell’esperto

Ho voluto ricercare il parere di alcuni illustri, in particolare Louis Delluc, un noto regista francese.

Per Louis Delluc la fotogenia è una qualità presente naturalmente nelle cose e negli esseri ma che risulta evidenziata e accresciuta dalla riproduzione fotografica e cinematografica. Per Delluc non solo occorre essere capaci di cogliere la bellezza fotogenica di ciò che viene ripreso o fotografato, ma soprattutto occorre individuare quegli oggetti, quegli individui e quei fenomeni dotati di tale bellezza. La fotogenia è dunque un tipo di “bellezza” presente nei soggetti e negli oggetti ripresi o fotografati.

Questo è quello che più mi interessa e per tanto lo evidenzio. Per bellezza fotogenica Delluc indica la semplicità, la naturalezza e l’assenza di un’intenzione artistica troppo esibita e consapevole.

Per ottenere questa bellezza servono lo sguardo e la decisione di un operatore capace di orientare la macchina , cioè di riconoscere l’aspetto fotogenico delle cose. Delluc fa capire di preferire i cinegiornali e i documentari agli altri tipi di film proprio perché la bellezza del cinema sta nel saper cogliere il lato fotogenico della realtà, e realtà, semplicità e naturalezza si trovano soprattutto in quei film privi di finzione scenica e di manipolazione delle immagini. In questo senso cinema e fotografia sono arti visive che vanno oltre l’arte diventando, di fatto, vita.

La fotogenia per il fotografo di matrimonio

Chiaramente oltre a condividere in pieno tutto, dico che lo stesso vale per il fotografo di matrimonio nel suo ruolo e nel suo operato.

Se l’articolo ti interessa e vuoi sapere come affronterei il tuo servizio fotografico, puoi chiamarmi o scrivermi sarò felice di parlarne.

Altrettanto importante per la mia continua crescita sarebbe un tuo commento a questo articolo, puoi farlo qui sotto.

Ti aspetto al prossimo articolo.


Chiamami

Ops! Un Brufolo “il fotoritocco”

fotoritocco

Il fotoritocco in una foto

Ho deciso di scrivere questo articolo sul fotoritocco,  perchè ancora una volta, ieri, un’altra sposa non trovava le parole per descrivermi ciò che la stava tormentando.

Con molta eleganza e delicatezza provava a chiedermi quale fosse la soluzione alla comparsa improvvisa di un brufolo o ad una eccessiva presenza di pori sulla pelle. Come sempre ho provato a risolvere il problema, e dopo averle dato la mia soluzione, avrei voluto farvi vedere come è cambiata la sua espressione sembrava rinata:-). Ricordate che, essere serene il giorno del matrimonio è il trucco fondamentale per risultare fotogeniche.

Siccome con la sposa di ieri questo discorso ha avuto davvero un successo inaspettato, voglio riproporvelo in questo articolo. “il Fotoritocco della pelle”

Vi allego un video che mostra come lavoro una foto con questo particolare. Userò una tecnica chiamata “soft skin” . E’ l’effetto più usato ultimamente su instagram, quell’effetto che, usato come vedo, è assolutamente distruttivo, perchè anzichè ammorbidire le alte e basse luci sulla pelle, ne cancella ogni forma riducendo il viso ad un piattume. E’ vero però che, le occhiaia, i pori vistosi e i brufoli, in questo modo vanno via :-), ma è vero anche che non vi resta più nulla. Quando si lavora con le frequenze della pelle quindi quando si effettua un fotoritocco bisogna essere molto meticolosi, molto delicati e anche li, avere molto gusto, ricalcare alcune ombre, segni del viso serve a ricalcare la nostra espressività, e grazie ad essi resta unica.

 Come sempre chiedo un Vostro parere, 

un commento, apriamo un dibattito, sono sicuro che sarà utile per me e per te, o se vuoi scrivimi in privato. info@dandreavito.it Ciao ci ritroviamo a breve con un altro articolo, ma ne frattempo puoi visitare il blog per leggere altre idee e consigli.

 a presto Vito D’Andrea.il Fotoritocco

Ho Bisogno di…

fotografo di matrimoni

Ho Bisogno di…

“un fotografo di matrimoni”

 

Oggi voglio raccontare qualcosa di strano, proprio oggi un’altra coppia mi ha confermato una nuova usanza, e magari con il vostro aiuto posso capire come si elabora il pensiero quando nasce un’esigenza.

Capita anche a Voi che si rompe l’auto e avete bisogno di un meccanico, trovate qualcuno che vi dice, non ti preoccupare, ne conosco uno molto bravo che in genere lavora alla Sata; altre volte hai bisogno di un dottore, magari un nutrizionista, e arriva l’amico di turno che ti dice non ti preoccupare ne conosco uno molto bravo che fa anche l’impiegato, ma che legge tantissimo e conosce bene le diete.

L’ultima che ti racconto è quella di oggi: ti devi sposare, stai cercando un professionista della fotografia di matrimonio, e l’amico di turno ti dice, ne conosco uno molto bravo, che pensa un po fa anche l’ingegnere! Tutto questo è veramente divertente e affascinante, non credete? È un po come dire, che se avrò mal di testa andrò dal commercialista! Fantastico…anzi superlativo!

Quindi prima di scegliere la persona giusta accertatevi che:

“un fotografo di matrimoni”

1) Sia un professionista, che, come dice Wikipedia, (Il professionista è la persona che, relativamente a un’attività da questa svolta, da essa trae guadagno; si contrappone quindi a dilettante, il quale svolge una qualsiasi attività (ricreativa, sportiva, volontaria) senza scopi di lucro.

2) Abbia la Partita Iva e i requisiti per svolgere questa professione (assicurazioni e attrezzatura adeguata).

3) Abbia un portfolio .

4) Abbia un sito internet fatto bene .

5) Sia referenziato nei siti dedicati al matrimonio.

6) Sia una persona che conosca i tempi del Matrimonio, e tutti gli escamotage per uscirne salvi in qualsiasi occasione (pioggia, neve, o nuvoloso) 🙂

mi aspetto tanti vostri commenti l’argomento è interessante

Cari amici.

Vito D’Andrea.

Siamo sempre alla ricerca del PREZZO

Il servizio fotografico

Il servizio fotografico per matrimonio

non deve essere trattato come un acquisto qualsiasi.

Sarà per la situazione economica che stiamo vivendo, sarà perché i portali di acquisti ci stanno abituando ad acquistare al prezzo più basso, oggi la prima riflessione e quindi la prima domanda che sento è:  quale costa meno? oppure, potremmo spendere meno? Certo c’è sempre un qualcosa che costa meno, rispetto ad un prezzo stabilito, ma di sicuro varrà altrettanto meno. In una lavorazione artigianale (alta pasticceria, pittura ecc.), il prezzo è il giusto compromesso tra la maturità professionale dell’artigiano e il tempo che lo stesso spende nel realizzare quella che sarà un’opera unica.

Una fotografia del Tuo Matrimonio sarà unica

se trattata in quanto tale, mi spiego meglio, quando il fotografo decide uno scatto, ha già valutato la prospettiva, la luce, spesso servendosi di altre fonti,(artificiali) per migliorarne o potenziarne l’effetto, l’inquadratura, il file così ottenuto potrebbe essere stampato, dopo una breve fase di sviluppo che è quella che vedrai nei primi secondi del Video che ti ho proposto.

In realtà c’è una fase che io non salto mai, che è quella dell’eliminazione degli elementi di disturbo, per la quale impiego abbastanza tempo, si tratta di andare a togliere elementi quali fili, vasi sconci, faretti penzolanti, ecc ecc. rendendo la fotografia molto più apprezzabile. In un servizio fotografico di questi dettagli come tanti altri che andrò a trattare nel blog, e che fanno la differenza, non si dovrebbe prescindere come vedo fare  spesso dai miei colleghi.

Come sempre ti chiedo un tuo parere, un commento che mi aiuti a capire cosa migliorare o cosa trattare nel prossimo blog, ti aspetto.

Vito D’Andrea

Voglio parlare con te di un tema che ti serve conoscere.

fotografo di matrimonio

Oggi affrontiamo un tema di assoluto interesse che ti serve sicuramente, se stai cercando il Fotografo che dovrà realizzare il Tuo servizio Matrimoniale .

Vedremo 3 attenzioni particolari incluse nel mio metodo di lavoro ” Metodo VD”, che il fotografo di matrimoni deve mostrare, e dalle quali non si può prescindere se si è un professionista.

  1. Con le mie coppie non arrivo mai al giorno del matrimonio senza aver fatto prima uno o due appuntamenti organizzativi, briefing, nei quali parliamo degli orari, di come dovremo muoverci tra le varie location, di cosa farci trovare e cosa no.
    1. Un professionista della fotografia di matrimonio non deve concedersi mai di fare ritardo. Proprio nel rispetto degli accordi presi durante gli incontri con gli sposi e soprattutto per non rovinare le attese di ogni partecipante alla festa, bisogna rispettare gli orari stabiliti, cercando di arrivare con qualche minuto di anticipo. In questo modo si riuscirà a fare tutto ciò che è stato stabilito negli incontri, senza rubare tempo a nessuno degli altri fornitori.
  2. In ogni fase della giornata, sia essa casa dello sposo o della sposa ecc, il fotografo professionista di matrimoni  deve mostrare la massima discrezione. Deve documentare fotografando ogni situazione che richiama il tema scelto, piuttosto che la situazione emotiva, senza mai sopraffare o peccare di manie di protagonismo. Ogni scatto risulti il più vero possibile, ogni emozioni traspare nelle foto e nel video che si sta realizzando.

Nel prossimo articolo vorrei parlarvi della parte pratica del mio metodo, di come sono organizzato con i miei collaboratori ed i miei assistenti; se mi segui ti prego anche di commentare, il Tuo parere è molto importante per affinare il mio metodo.

Alla prossima, Vito.